Post

Pubblicato il: 17/03/2017

E perché se produci vini dovresti affidarmi la traduzione del tuo sito o catalogo

Sono nata in una zona della Catalogna molto vicina al Penedés, mondialmente conosciuta per la loro produzione di cava. Il cava è un vino spumante spagnolo prodotto con metodo classico e che prevede la combinazione di tre pregiati uvaggi autoctoni (Macabeo, Xarel.lo e Parellada). Nei casi di spumanti rosé si usa lo Chardonnay, il Pinot Nero o la Malvasia.

Mio padre è stato un avido collezionista di vini e da ben piccola, spesso gli davo una mano con le stecche di zolfo per preparare le sue botte di ciliegio che producevano una variante casereccia del Cannonau della quale andava specialmente fiero e che mia nonna usava per macerare le pesche che raccoglievamo all’orto di famiglia. Durante i pomeriggi in cantina, m’istruiva nei metodi per trasformare un vino in spumante, mi parlava di temperature, dell’importanza di una sboccatura fatta come si deve, del remouage che doveva essere delicato ma deciso. La cultura del vino in generale e degli spumanti in particolare, è un elemento fondamentale per chiunque nasca in una zona viticola come la mia.

La prima traduzione che eseguì in questa materia fu il catalogo di vini dell’azienda vitivinicola Ferruccio Deiana (Settimo San Pietro, Cagliari) che come molti proprietari di cantine, ad un certo punto aveva deciso di aprirsi alle nuove possibilità che offriva il mercato estero facendo conoscere i suoi prodotti nella lingua spagnola e con le parole giuste.

In questi ultimi tempi sempre più produttori di vino, i più piccoli in particolare, mi hanno contattata per incaricarmi la traduzione del loro sito aziendale e dei loro cataloghi come parte integrante della strategia di marketing per la vendita dei loro vini in Spagna e nei paesi di America del sud. Vendere vino all’estero non è facile perché comprende una serie di aspetti tali da far passare la voglia di lavorare a chiunque, ma avere una traduzione fatta bene che rispecchi la passione con la quale si producono i propri vini e la qualità di essi, è un passo importante per aprirsi camino nel mercato vitivinicola di qualsiasi paese.

Negli ultimi tempi, ho visto che il sito web di molti produttori vinicoli permette di acquistare i loro prodotti anche direttamente online, il che suppone una ottima opportunità per superare la crisi economica, ma molti di loro non riescono a vendere oltre le frontiere perché la traduzione non rispecchia in assoluto l’anima dei loro prodotti e la loro filosofia. Deprimente, vero? Tranquilli,  eccovi la mia dritta. Un sito web che pretenda essere conosciuto all’estero per avere successo e generare profitti deve essere tradotto bene. Il mio consiglio, pertanto, è quello di non risparmiare in traduzioni fatte da chi non se ne intende di vini e non ha la minima passione ne interesse in questo settore. Dopo, se il vostro sito web è ben fatto, i vostri prodotti di qualità e i vostri prezzi competitivi, avete quasi l’80% di guadagnato. Purtroppo un sito web che non è tradotto adeguatamente difficilmente avrà successo. Certo, qualche ordine potrebbe sempre arrivare, da qualche cliente conosciuto in fiera o di vecchia data. Il risultato sarebbe la delusione totale e la convinzione che internet o la vendita online in particolare non funziona. Niente di più sbagliato!

Vogliamo parlare della traduzione del tuo sito o catalogo?

Contattami